Single Blog Title

This is a single blog caption

Siracusa, passaggio di consegne ad Alì

Oggi pomeriggio, come da programma, attraverso la conferenza stampa tenuta al De Simone è avvenuto il passaggio di consegne ai vertici societari del Siracusa Calcio. In perfetta armonia il presidente Gaetano Cutrufo con un sorriso carico di emozione ha consegnato nelle mani del nuovo proprietario Giovanni Alì la società Siracusa Calcio, quella che lo stesso ha definito con premura “sua, nostra creatura e per questo patrimonio sportivo di tutta la città”. Nello stesso tavolo della presentazione erano seduti all’estrema destra l’amministratore delegato Nicola Santangelo mentre a fianco di Cutrufo l’allenatore del Siracusa per la prossima stagione Giuseppe Pagana.

A fare gli onori di casa è stato Gaetano Cutrufo che sin da subito ha espresso la soddisfazione per questa nuova operazione su cui ha riposto molta fiducia soprattutto in prospettiva di continuità per lo sport professionistico e giovanile aretuseo. In chiusura ha ringraziato pubblicamente tutti coloro che direttamente e indirettamente hanno contribuito ai suoi cinque anni di presidenza aretusea. Queste le parole di Cutrufo – “Per me il bilancio è positivo ed è stata una bella esperienza. Purtroppo penso che non si possa essere presidente a vita nel calcio a meno che non si sia in serie A, in serie B o non si sia milionari. Io ho preferito che la mia avventura finisse così, mantenendo ciò che ho detto, cioè garantendo continuità societaria che possa rispondere ad una bella città e ad una città altrettanto esigente.

Il nuovo patron Giovanni Alì ha esordito manifestando la soddisfazione del raggiungimento di un sogno, quello di essere presidente della società rappresentativa di una grande città come Siracusa che oggi milita nei professionisti. Il neo presidente ha continuato in modo determinato che questo sogno è solo all’inizio e si completerà solo facendo grande calcio a Siracusa e regalando soddisfazioni ai tifosi, risultati che si ottengono con il duro lavoro e che la nuova società assicura dando il massimo ai propri sostenitori. Queste le parole di Alì –  “Non amo fare proclami sono un tipo ambizioso che vuole far parlare il campo. Proprio per questo non vedo l’ora di vedere all’opera la squadra. In questi giorni abbiamo molto da fare, chiedo ai tifosi un po’ di fiducia, non incondizionata, ma spero ci diano credito anche se auspico fin da subito di fornire buoni risultati visto che sono un tipo ambizioso“.

In scia del presidente Alì si è presentato ai giornalisti l’amministratore delegato Nicola Santangelo che ha dato la massima garanzia sulla gestione economica societaria invitando tutti i tifosi ad abbonarsi per la nuova stagione e come segno di apertura della neo società ha comunicato il prolungamento dei prezzi promozionali a tempo indeterminato. Dai discorsi prettamente societari con la presentazione dell’allenatore degli azzurri nella prossima stagione Giuseppe Pagana si è parlato di calcio giocato auspicando una squadra determinata che sia artefice del proprio destino e che sappia adeguarsi rapidamente agli avversari e ai diversi momenti della gara. Il neo mister ha chiuso ribadendo il suo onore nel poter allenare in una società che per tradizione rientra tra le 3-4 più importanti in Sicilia rimandando le migliori risposte sul campo. Assente giustificato invece Antonello Laneri che resta in seno alla società, in attesa di definire il proprio ruolo ufficiale, ma già a lavoro per accelerare i preparativi della nuova stagione 2018-2019.

Nel corso della conferenza stampa è stato comunicato che il Siracusa Calcio si troverà lunedi in ritiro a Troina soprattutto per la presenza di innovative attrezzature di allenamento che recentemente sono state acquistate dal presidente Alì. Il rientro in città della squadra  è previsto per i primi di agosto in vista del primo turno di Coppa Italia – Serie C

Leave a Reply